skip to Main Content

Comprehensive Orthodontics

PARTE TEORICA:

Il corso è rivolto a medici odontoiatri che sono alla prima esperienza con l’ortodonzia fissa o che hanno già una buona esperienza ortodontica o agli specialisti che desiderano approfondire la diagnosi e la tecnica ortodontica.
Il corso si propone di fornire ai partecipanti una formazione ortodontica moderna e completa acquisendo protocolli efficaci ed efficienti per affrontare razionalmente le diverse malocclusioni dell’adolescente e dell’adulto. Durante il corso verrà illustrato come, nella moderna ortognatodonzia, c’è bisogno di integrare più meccaniche di trattamento per raggiungere risultati predicibili, spesso, senza la collaborazione del paziente. Per questo motivo, si parlerà dei moderni dispositivi di correzione di classe compliance-free, dei dispositivi TAD’s o mini-impianti ortodontici, infine di alcuni archi ausiliari e leve, di ausilio in molte situazioni cliniche quotidiane. Si parlerà delle meccaniche di chiusura degli spazi, con gli archi Posted o con le DKHL le 4 anse simmetriche sull’arco, due tecniche efficaci ed efficienti utili entrambe in diverse situazioni quotidiane. Ampio spazio verrà dedicato alla pianificazione del trattamento basata sui più moderni concetti di estetica del viso e del sorriso, alla gestione dei casi complessi e alla rifinitura dei casi.

PARTE PRATICA:

Nella parte pratica tutti i partecipanti impareranno a gestire gli archi di chiusura degli spazi, il torque individualizzato, il torque settoriale, le leve per il controllo del piano occlusale e la disinclusione di alcuni elementi dentali e le pieghe di rifinitura di I°, II° e III° ordine. Ogni partecipante eseguirà personalmente tutte le esercitazioni previste, utilizzando quando necessario, un typodont preparato per ogni singola esercitazione.

Date

  • 29-30-31 Gennaio 2021
  • 26-27-28 Febbraio 2021
  • 26-27-28 Marzo 2021
  • 28-29-30 Maggio 2021
  • 25-26-27 Giugno 2021
  • 23-24-25 Luglio 2021

Orari

Venerdì / Sabato
9.30 – 18.30 Lezione
11.30/16.00  Coffee break
13.00 Lunch

Domenica
9.00 – 13.00 Lezione
10.30 Coffee break

Info corso

da Gennaio a Luglio 2021.
Posti limitati (max 20)
6 incontri di 3 giorni ognuno

Programma

Dr. Francesco Paolo De Luca – Dr. Vincenzo Quinzi

Imparare a “leggere” il viso dei pazienti e la loro occlusione:

  • L’unità Naso-Labiale
  • L’unità Labio-Mentale

Cosa definisce l’estetica delle labbra

  • Morfologia e posizione dei tessuti duri (ossa e denti)
  • Morfologia dei tessuti molli (labbra)
  • Face driven orthodontics vs Occlusion driven orthodontics

La Fotografia ortodontica: fondamentale nella diagnosi

  • Fotografie extraorali: posizione naturale della testa, tips and tricks
  • Fotografie intraorali: posizione degli apribocca e inquadrature, tips & tricks

Impronte delle arcate dentali

  • Impronte tradizionali
  • Scansioni intraorali e il flusso di lavoro digitale: dallo studio al laboratorio

Radiografie tradizionali e CBCT

  • Le Rx nel paziente in crescita, indicazioni, limiti e normativa
  • Le Rx nel pazienti a fine crescita, indicazioni, limiti e normativa

Analisi cefalometrica

  • Pochi valori per definire i rapporti scheletrici del paziente
  • Pattern di crescita: come interpretare la crescita del paziente e come le nostre apparecchiature possono influenzarla
  • Imparare a fare le sovrapposizioni ci consente di capire i meccanismi di crescita e giudicare i nostri risultati a fine trattamento
  • L’analisi cefalometrica insieme all’analisi del viso per definire gli spostamenti ortodontici e/o ortopedici, analisi del VTO

Dr. Francesco Paolo De Luca – Dr. Vincenzo Quinzi 

La nascita della filosofia Straight-wire

Obiettivi del trattamento ortodontico da Angle a Andrews, ai padri dell’ortodonzia moderna (Roth-Williams, McLaughlin-Bennett-Trevisi)

  • La classificazione delle malocclusioni di Angle
  • Le sei chiavi dell’occlusione di Andrews
  • I contatti occlusali e le guide funzionali
  • L’occlusione funzionale Roth
  • La relazione centrica (R.C.), questa sconosciuta
  • Modalità pratiche per individuare la Relazione Centrica
  • Discrepanza CO-CR: stabilizzazione articolare su splint

Le prescrizioni delle apparecchiature in tecnica Straight Wire

  • Apparecchiature tradizionali e autoleganti
  • Caratteristiche comuni, quando scegliere l’una o l’altra apparecchiatura
  • Il protocollo di posizionamento degli attacchi
  • Riposizionamento degli attacchi
  • Errori più comuni nel posizionamento di attacchi e bande
  • Bondaggio diretto e indiretto: protocollo operativo, vantaggi e limiti

La biomeccanica di trattamento in tecnica Straight Wire

  • Caratteristiche biomeccaniche dei fili in Ni-Ti e SS
  • Sequenze biomeccaniche di lavoro
  • Allineamento / livellamento / ingranaggio / rifinitura
  • La tecnica segmentata: che cos’è e come ci può essere utile nella quotidianità clinica: cantilever e apparecchiature personalizzate
  • La scelta della barra palatale: indicazioni e attivazioni

Dr. Francesco Paolo De Luca – Dr. Vincenzo Quinzi

Le I classi scheletriche e la biomeccanica di trattamento in tecnica straight-wire nei casi estrattivi

  • Le I classi scheletriche: caratteristiche
  • L’espansione trasversale: dento-alveolare o scheletrica
  • La distalizzazione con o senza ancoraggi scheletrici
  • Lo stripping: utilizzo di mezzi manuali o meccanici
  • Le estrazioni: quali denti conviene togliere

La chiusura degli spazi estrattivi in ancoraggio minimo, medio e massimo

  • Utilizzo delle DKHL
  • Utilizzo degli archi posted
  • Utilizzo degli ancoraggi scheletrici TAD’s

Dr. Francesco Paolo De Luca – Dr. Vincenzo Quinzi 

I protocolli operativi nella correzione delle II classi scheletriche

  • Trattamento delle II classi short face (DVP/ DVA > 67%): protocolli di trattamento estrattivi e non estrattivi
  • Trattamento delle II classi con crescita verticale (DVP/ DVA < 61%): protocolli di trattamento estrattivi e non estrattivi
  • Il trattamento limitato nelle II classi scheletriche
  • Trattamento di Camouflage nelle II classi scheletriche

Dr. Francesco Paolo De Luca – Dr. Vincenzo Quinzi

I protocolli operativi nella correzione delle III classi scheletriche

  • Trattamento delle III classi short face: protocolli di trattamento estrattivi e non estrattivi
  • Trattamento delle III classi con crescita verticale: protocolli di trattamento estrattivi e non estrattivi
  • Il trattamento limitato nelle III classi scheletriche
  • Trattamento di Camouflage nelle III classi scheletriche

Dr. Francesco Paolo De Luca – Dr. Vincenzo Quinzi

Trattamento di casi con implicazioni multidisciplinari: Agenesia dei laterali, agenesie di altri elementi dentari, gli elementi inclusi

Indicazioni e protocolli operativi:

  • Apertura o chiusura degli spazi agenesici
  • Biomeccanica ortodontica di lavoro; la predisposizione degli ancoraggi
  • Soluzioni terapeutiche temporanee o definitive: il maryland
  • Quando posizionare gli impianti e finalizzare i casi
  • Chiusura spazi agenesici con ameloplastica dei canini e dei premolari
  • Come trasformare con i compositi i canini in laterali e i premolari in canini
  • I canini inclusi: diagnosi e protocolli operativi predicibili
  • Altri elementi inclusi: diagnosi e protocolli operativi predicibili

I protocolli operativi nel trattamento ortodontico-chirurgico:

  • Basi di chirurgia ortognatica
  • Le principali procedure chirurgiche:
  • BSSO: chirurgia dei rami mandibolari
  • Genioplastica
  • Osteotomia di Le Fort I
  • Segmentalizzazione maxillare
  • SARPE
  • Corticotomie
  • Intervento monomascellare o bimascellare?
  • Surgery first, una nuova possibilità: indicazioni e limiti
  • Chirurgia e recidiva
  • Come si programma un trattamento ortodontico-chirurgico: collaborazione ortodontista chirurgo maxillo facciale
  • Le II classi chirurgiche: protocollo operativo
  • Le III classi chirurgiche: protocollo operativo

Trattamento ortodontico-chirurgico delle OSAS (apnee ostruttive del sonno)

Relatori

Dr. Francesco Paolo De Luca

Laureato in Medicina e Chirurgia con lode nel 1982 e si è specializzato in Odontostomatologia nel 1985. Dal 1988 si dedica esclusivamente all’Ortognatodonzia che esercita come libero professionista in Palermo come titolare del Centro Face XP. Socio SIDO, ANDI e RWISO, da trenta anni si dedica ad un costante aggiornamento in tutte le tecniche della disciplina. Ha completato il percorso di formazione biennale della Roth-Williams Foundation conseguendone il diploma e il corso biennale Hand-Zone Face in tecnica Straight-Wire. Coautore di diverse pubblicazioni nel settore dell’ortodonzia, è stato relatore in conferenze nazionali e da alcuni anni è tutor nei corsi sulla tecnica Roth del gruppo Face Continuing Education.

Dott. Vincenzo Quinzi

Dopo il Diploma di Odontotecnico si laurea con lode, nel 2003, in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Consegue, inoltre, il Master in Terapia Ortognatodontica Gnatologica con lode e, successivamente, nel 2008, diventa Dottore di Ricerca in Chirurgia Sperimentale con lode. Nel 2011 consegue la Specializzazione in Ortognatodonzia, con lode.

Attualmente collabora, in qualità di docente, presso la Scuola di Specializzazione dell’Università degli Studi di L’Aquila, Direttore Prof. Giuseppe Marzo.

Dr. Edoardo Marchese

Nato a Salerno. Laureato in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti e con lode. Specializzato in Chirurgia Maxillo-Facciale con il massimo dei voti e con lode. Graduato nel 2004 al corso biennale “Two Year Clinical Orthodontic Program”, riconosciuto dalla ‘Roth Williams Foundation’.
Già istruttore presso i corsi “Continuing Education” dove è stato responsabile culturale della sistematica AD2 avendo curato sia il manuale dell’articolatore che dell’assiografo. Relatore di corsi di aggiornamento. Ha brevettato FAQ.FIX, un posizionatore di precisione di attacchi ortodontici, e ha pubblicato 2 articoli sullo stesso. Il poster ‘Un nuovo dispositivo (FAQ.FIX®) per il posizionamento di attacchi ortodontici in tecnica Straight-Wire’ presentato al Collegio dei Docenti di Odontoiatria del 2014 è stato premiato come miglior poster di ortodonzia.
Già socio fondatore di FACE.XP, è cofondatore di R-EvolutionHP.
Si occupa esclusivamente di ortodonzia e di riabilitazioni complesse di carattere multidisciplinare.

La Location

Immerso nel verde della natura, l’Hotel La Compagnia del Viaggiatore è situato a pochi minuti dal centro della città dell’Aquila, in una zona molto tranquilla, rappresenta un piacevole mix di comfort, accoglienza e servizi di qualità.

Come arrivare

In auto:
Da Roma/A1: percorrere l’autostrada A24 in direzione TERAMO, uscita casello L’AQUILA OVEST

Da Teramo/A14 da Nord: percorrere l’autostrada A24 in direzione ROMA, uscita casello L’AQUILA OVEST

Da Pescara/A14 da Sud: percorrere l’autostrada A25 in direzione ROMA, uscita BUSSI-POPOLI, seguire le indicazioni per L’AQUILA

Mezzi pubblici:
La soluzione migliore per raggiungere L’Aquila con i mezzi pubblici è in autobus, sconsigliamo l’utilizzo della rete ferroviaria, a meno che non si arrivi da Sulmona o Rieti.

Le compagnie che consigliamo sono:
GASPARI BUS
FLIXBUS
TUA

Tutte le compagnie, eccetto la TUA, fanno capolinea sulla S.S. 17, zona Hotel Amiternum, dove è presente una stazione TAXI.

Compagnie di TAXI:
Radio Taxi L’Aquila – 086225165
TAXI 0862.0222

Compagnia di trasporti pubblici: AMA s.p.a

Vuoi altre informazioni?

Contatta la segreteria

0862.1823071

Benvenuti a L'Aquila

L’Aquila è situata a 721 m s.l.m., nel cuore dell’Abruzzo, regione di cui è Capoluogo. La città è nota per i personaggi di Pietro da Morrone (Papa Celestino V) e Bernardino da Siena, sepolti rispettivamente nella basilica di Santa Maria di Collemaggio e nella basilica di San Bernardino. Le tradizioni secolari riguardano la Perdonanza Celestiniana, ovvero il primo giubileo della storia. Dopo il sisma del 2009, il centro storico gode attualmente di magnifici palazzi di elevata valenza storica riportati al loro originario splendore.

Extra del Corso

Visita guidata del centro storico della Città dell’Aquila
Sarà previsto un tour guidato del centro storico della Città dell’Aquila, alla scoperta della storia e della cultura che da secoli la identifica. Saranno visitate: la Basilica di Santa Maria di Collemaggio, la Basilica di San Bernardino, il Castello Cinquecentesco e gli altri maggiori luoghi di interesse.

(data da definire)

Cena di Gala
Una serata di condivisione sociale, in un’atmosfera elegante e di festa per assaporare le prelibatezze locali.

(data da definire)

Back To Top